Place Place Phone Phone Mail Mail Opening Hours Opening Hours Shop Shop Secure Secure Restaurant Restaurant Person Info Calendar Info Room Info Other Info Adress Info
Lun, Mar, Gio 8:30 - 17:00, Mer, Ven 8:30 - 13:00 (solo su appuntamento)

Tutto quello che devi sapere

La gestione dei rischi –
spiegato in maniera semplice.

Qui troverai informazioni riguardanti:

  • Come valutare la tua situazione e la tua attuale esposizione ai rischi
  • Come diagnosticare eventuali carenze di protezione
  • Cos’è la Diagnosi dei Rischi – e perché diventerà il tuo più prezioso alleato
  • Quali sono i rischi che ti devi assumere, e quelli invece che devi trasferire alla tua compagnia assicuratia

Partiamo dalle basi, e iniziamo da una semplice domanda:

“Quali sono i rischi che stai attualmente correndo?”

Per prima cosa, devi comprendere che i rischi non sono tutti uguali. Esistono infatti 5 tipologie di rischio a cui sei esposto, e sono:

1. Perdita delle entrate (es. invalidità, premorienza, etc.)
2. Perdita dei beni (es. incendio, terremoti, alluvioni, etc.)
3. Perdita dei risparmi (es. investimenti sbagliati)
4. Le Responsabilità (es. danni causati a terzi di qualsiasi tipo)
5. Blocco dell’eredità (es. mancanza di testamento e pianificazione)

family-risk-management-it

Puoi vedere questi rischi riassunti in questa mappa, assieme ad alcuni esempi.

Quindi una prima distinzione riguarda la tipologia dei rischi a cui sei esposto, e che in qualche modo riguardano sia te che la tua famiglia. Parlo di famiglia perché questo report è particolarmente indirizzato alle famiglie – ma chiaramente lo stesso discorso riguarda anche te come singolo, nel caso in cui non avessi figli.

Purtroppo il concetto di assicurazione in Italia è associato quasi solo all’RC auto, uno strumento utilissimo ma che essendo obbligatorio è percepito da tanti cittadini come un ennesimo obbligo piuttosto che come qualcosa di utile. Le polizze assicurative invece andrebbero intese proprio come dei paracadute, come un prezioso alleato nei momenti di difficoltà.

risk-2

Che tu ci creda o no, anche tu sei esposto a tutti i rischi che ti ho appena elencato.

Ma come ti accennavo poco fa, distinguere le tipologie di rischio non è sufficiente. Il passo successivo da fare è quello di esaminare due importanti fattori: ovvero la frequenza e la gravità. E per farlo, ti invito a osservare questo grafico.

Tutti i rischi a bassa frequenza e a bassa gravità li puoi tranquillamente assumere in proprio dato che accadono raramente e se ti accadono, non ti mettono in difficoltà economica.

Tutti i rischi ad alta frequenza e bassa gravità necessitano di prevenzione per ridurne la frequenza. Con qualche cautela in più, anche questi rischi li puoi assumere in proprio, senza il bisogno di un’assicurazione.

Questi rischi, se possibile, devono essere eliminati. Non devi né assumerti il rischio né scaricarlo sull’assicurazione.

Tutti i rischi a bassa frequenza ma ad alta gravità, non possono essere sostenuti individualmente, devono necessariamente essere trasferiti correttamente alla collettività. Questi sono i rischi che è più importante proteggere attraverso delle polizze assicurative.

crivellari-risk-management-it

Ora, in questa sede non posso entrare nello specifico di questi rischi facendoti esempi, ma per avere maggiori delucidazioni ti invito a chiedere informazioni ai nostri Consulenti Famiglia e puoi chiamarci, per un appuntamento, al numero

+39 0471 91 42 43

Da questa breve premessa puoi già evincere un particolare molto semplice:

È indispensabile una consulenza specifica sulla tua situazione, personalizzata al 100% sulle tue reali esigenze.

Così come un medico può prescrivere una cura azzeccata solo dopo un’attenta diagnosi, allo stesso modo solo dopo una consulenza personalizzata possiamo quantificare la tua personale esposizione per ogni rischio riportato nella mappa. Solo quel punto sarà possibile proporti delle soluzioni tagliate su misura per te, che vadano a proteggere sia te che la tua famiglia proprio da quei rischi a cui siete attualmente esposti.

Perché questo è il punto fondamentale: quei rischi esistono già. Tu e i tuoi famigliari li state già correndo, in ogni momento – anche ora, mentre leggi queste righe. E se ci sono alcuni rischi che ti devi assumere, come hai visto sopra, ci sono alcuni rischi che invece devi trasferire.

A chi? A una compagnia assicurativa, che ti tuteli proprio da quei rischi a bassa frequenza, ma che hanno in gravissimo impatto e che potenzialmente possono rovinarti la vita – e quella della tua famiglia.

risk-3

Come fai a quantificare la tua esposizione a questi rischi?

Con uno strumento innovativo, che non a caso abbiamo chiamato Diagnosi dei Rischi. Questo dispositivo non fa altro che evidenziare le aree di rischio e soprat-tutto ci permette di trovare soluzioni adatte alla tua situazione.

In breve, se dovessi riassumere in pochissimi punti i principali vantaggi di questo approccio, ti direi che la Diagnosi dei Rischi ti permette di:

  • Scoprire quali sono i rischi che stai correndo attualmente – e che potrebbero mettere a repentaglio la tua sicurezza economica e quella della tua famiglia;
  • Valutare come stai gestendo questi rischi – e se li stai gestendo;
  • Capire come mettere in sicurezza il tuo presente e il tuo futuro, partendo dalla tua situazione specifica – e senza soluzioni preconfezionate;
  • Individuare tutte le responsabilità personali e lavorative di ogni componente del tuo nucleo famigliare;
  • Valutare la proporzione tra il tuo patrimonio immobiliare e liquido;
  • Se sei un lavoratore, avere una prima stima di quando andrai in pensione e con quanto;
  • Se sei un pensionato, conoscere che impatto economico potrebbe avere il rischio di non autosufficienza;
  • Conoscere in quale modo i tuoi beni andrebbero spartiti se venissi a mancare prematuramente, senza aver gestito la successione;
  • Calcolare l’importo totale dei contributi INPS versati, dove li hai versati e quanto si sono rivalutati;
  • Calcolare l’esatto importo della tua attuale pensione di invalidità e inabilità che hai maturato grazie al totale dei contributi versati;
  • Calcolare l’effettivo reddito mancante in caso di grave invalidità o premorienza e l’impatto economico che avrebbe su di te e sulla tua famiglia

Per saperne di più su questo innovativo strumento di consulenza previdenziale e assicurativa, puoi chiamarci al numero

+39 0471 91 42 43

e fissare un appuntamento con i nostri Consulenti Famiglia.

Sei sicuro che non riguardi anche te?

Negli anni, una delle frasi che ho sentito più spesso è stata: “Roberto, io sono giovane e sano, faccio una vita tranquilla e non sono esposto a nessun rischio” oppure, la più tipica (e pericolosa): “Roberto, io ho qualche risparmio da parte, se mi succede qualcosa uso quelli!”.

Entrambe queste convinzioni sono assolutamente sbagliate, e incredibilmente pericolose.

Tutte le persone, singole e in famiglia, corrono dei rischi. Il primo ad esempio è una riduzione del reddito, o una sua interruzione, per via di un evento grave (un infortunio o un incidente qualsiasi). Ci sono famiglie che si ritrovano sul lastrico per via di eventi simili, in mancanza di coperture assicurative.

Caso tipico è la morte prematura del padre di famiglia, che in molti casi è l’unico portatore di reddito: in mancanza di una polizza sulla vita, la vedova e i figli si ritrovano dall’oggi al domani senza una fonte di reddito. Certo, questo il caso più eclatante ma non è l’unico. Le casistiche sono molteplici, e non entrerò qui nel dettaglio.
Ci sono tantissimi eventi che possono metterti in ginocchio, se non sono correttamente gestiti. Eppure …

risk-4
chi-siamo-1

Molte persone spendono tantissimo (anche più del dovuto) per assicurare la loro auto – e magari non investono neppure un euro per tutelare loro stessi e la loro famiglia.

Il che è paradossale. Perché se un vandalo ti riga la macchina per farti un dis-petto, con un migliaio di euro la rimetti a posto anche senza assicurazione. Ma se subisci un grave incidente e non puoi più lavorare per il resto della tua vita, il danno economico complessivo ammonta al tuo reddito annuale moltiplicato per tutti gli anni che ti restano prima della pensione. Eppure quasi tutti assicurano la macchina per gli atti vandalici, e quasi nessuno si assicura per eventi come l’invalidità, e la non autosufficienza …

Come ti dicevo prima, tuttavia, in questa sede non entrerò nel dettaglio. Per ricevere maggiori informazioni, sia io che i miei collaboratori siamo a tua disposizione.

Diario

image-2-small

La perdita delle tue entrate

Guida ai principali rischi legati alla salute che possono ridurre (per sempre) le tue entrate spiegato in maniera semplice.

Leggere di più